pag

 

Ho scelto di abitare in questo paese meraviglioso, dove si respira aria che ha ancora il profuno di “aria”, i giardini comunali sono tenuti come privati, il rispetto per tutto e di tutto è permeante, ma?

Lugano non ha ancora trovato una sua nuova identità, è in una ” zona grigia” ( parlando in Fashionismo ) ne nera ne bianca. Una volta a Lugano c’erano i poteri forti dell’economia e della finanza che ne avevano fatto una città di Lusso, con una forte connotazione economica ma anche culturale, ora questo mondo si è molto indebolito oppure “ più segreto ” e ci mostra una facciata evolutiva della società dei servizi  “rimasta a metà”.

 

 

6

 

 

Si fanno due passi avanti e indietro per il centro, si sentono i commercianti che si lamentano per i prezzi troppo alti degli affitti, si vede molta pubblicità interamente mirata sul promozionale e sparita o quasi quella del Lusso e Prestigio, si ha la sensazione che la città si sia chiusa in sé stessa e non aperta a nuove opzioni, pare adattata a quel che vede e sente.

Di recente ho seguito una trasmissione televisiva Falò, che parlava proprio di questo, del suo indebolimento, il ricco una tempo veniva a Lugano per affari e poi andava a comperarsi un nuovo modello di Rolex e soddisfatto se ne tornava a casa con il suo prestigioso pacchetto rosso e bianco.

In realtà, nel business – così come nella vita – per quanto cerchiamo di fare i superiori, ci sforziamo spesso di andare bene a tutti vero?

Sbagliato!

Per cercare di mettere tutti d’accordo si rischia di non avere un’identità ben precisa e di non sapere a chi ci si rivolge. È molto importante invece capire bene chi siamo (city profile) e a chi stiamo parlando (target audience).

LUGANO :

City Profile Quarta città della Svizzera, sicura, ricca, pulita, questi i suoi punti di forza che mirano a renderla una città ” umana ” ED ESCLUSIVA.

Target Audience Le persone che vivono o transitano in Lugano mettono in secondo piano tutto ciò che può offrire una grande città – anche perchè vicina a tutto – per una vita agiata ed esclusiva, facendoci sentire degli ELETTI.

Lugano non deve ” mettere d’accordo tutti ” ma avere relazioni con chi l’apprezza per quello che è e per quello che mette a disposizione in quanto compatibile con il loro profilo.

E poi chi l’ha detto che filtrando la massa e dedicarsi ad ‘ un solo targhet ’ ristringa le sue potenzialità?

 

 

Img WordPress

 

 

 

Lo schema della globalizzazione in una Lugano può essere un punto di riferimento ma non può rappresentare l’identità di questa città ripeto MERAVIGLIOSA, dobbiamo prenderne atto ed imparare a gestirla al meglio ma senza rinunciare al  PROFUMO DEL LUSSO.

Ho vissuto per molti anni a Saint Paul de Vence in Costa Azzurra, piccolissima realtà legata ad un unico filo conduttore ” CULTURA ED ARTE “, arrivavano autobus carichi di gente il sabato e la domenica, la gente girava per il paese e se ne ripartiva anche con un solo sacchettino di lavanda di Vence, del “Plateu de la Lune” ma nelle loro narici non portavano solo il profumato souvenire ma anche il PROFUMO appunto DELL’ARTE e DELLA CULTURA ben impresso e cittadini e negozianti ne facevano parte integrante, eravamo tutti attaccati allo stesso filo.

Detto questo io non rientro nella categoria di cittadini che danno sempre la colpa all’amministrazione ” anche perchè sono una neonata e non potrei ” ma percependo naturalmente il bello e lo style anche per mestiere, penso fermamente che questa sia una città da salvaguardare, in tutto; se si va a Berna si va nella capitale, se si va a Zurigo, nella città dei servizi e divertimenti, a Ginevra, una delle più belle città sul lago e LUGANO?

 

 

2

 

 

 

Lei,  la bella, la preziosa PARE NON AVERE PIU’ UN IDENTITA’, alla fine i ricchi del mondo vengono qui per il fiscale e rimangono in sordina, lo svizzero tedesco per il clima e poi? Poi manca il PROFUMO DEL LUSSO, PERCHE’ IL CONCETTO LUSSO E’ CAMBIATO  ! – vedi mio articolo –

La VERA strategia è fallimentare non quando appaiono gli ‘haters’ o chi si piange addosso ma quando si è Ignorati. Anche chi ti odia alla fine ti promuove a modo suo; poi qualcuno ritorna, si incuriosisce e ti ‘riscopre’ – ritroviamolo, reinventiamolo quel PROFUMO che nessuno ci potrà MAI rubare, il brevetto è nostro, depositato e custodito nei caveau blindati di questa città esemplare.

Tizi Prade